Ott 042007
 

di Sherokee Ilse, Mpls, Minnesota, USA
www.babiesremembered.org

Traduzione a cura di Massimo Capozza e Alfredo Vannacci

Sherokee Ilse

Sherokee Ilse

Dal momento che sono stata la prima ad avere l’idea di scegliere Ottobre come Mese della Consapevolezza, sono stata recentemente invitata dal Parent Advisory Committee (Comitato Consultivo dei Genitori) dell’International Stillbirth Alliance (ISA, www.stillbirthalliance.org) a scriverne la storia per la nostra newsletter e per il sito web. Immediatamente ho acconsentito con tutto il cuore, ma poi ho cominciato chiedermi se potevo ricordarla con sufficiente precisione. Per fortuna, recentemente ho ritrovato l’intero gruppo di newsletters di “Loving Arms” (Braccia Amorevoli), l’organizzazione nazionale americana che ho fondato nel 1983, e del Centro per la Gravidanza e la Consapevolezza della Perdita Infantile (il centro ha chiuso nel 2002). La newsletter riportava in pratica la cronaca di tutta la storia, quindi non devo fare altro che condividerne con voi una versione ridotta. Per fortuna la mia memoria non ha dovuto essere messa alla prova, dato che i fatti erano tutti scritti.

Successivamente ho chiesto agli altri componenti del Parent Advisory Committee di scrivere la storia di questa commemorazione nel loro paese.

Stati Uniti

di Sherokee Ilse

1983 – Durante il primo anno di esistenza del Centro per la Gravidanza e la Consapevolezza della Perdita Infantile (PILC), l’idea era scegliere una settimana di Ottobre e chiamarla “Prima Settimana della Consapevolezza”. Ricordo che scelsi Ottobre perché la SIDS Alliance aveva precedentemente creato il Mese di Ottobre della Consapevolezza sulla SIDS (Sudden Infant Death Syndrome – Sindrome della morte infantile improvvisa), ed avevo la speranza che un giorno avremmo potuto collaborare con loro, imparare da loro, e beneficiare del loro buon lavoro di attività informativa sulla la ricerca di cause e strategie preventive della SIDS (sono felice che poi quel momento sia davvero arrivato e loro abbiano adottato la morte intrauterina tra le serie cause da aiutare e portare all’attenzione della legislatura nazionale, negli ambienti scientifici ed in qualunque altra sede.)

Con il lavoro di gruppo del nostro Assistant Director, Susan Martinez e il nostro staff di volontari formato da oltre 50 persone, riuscimmo ad ottenere la prima proclamazione ufficiale negli Stati Uniti, quando il Governatore Perpich nominò la settimana dall’1 al 7 Ottobre come “Settimana della Gravidanza e della Consapevolezza della Perdita Infantile.”

In quella settimana furono tenute la prima Commemorazione, un evento fondante, e due sessioni di training. Decidemmo inoltre che una settimana non era abbastanza e ci impegnammo a farne un mese intero: l’Ottobre dell’anno seguente.

Il nostro obiettivo a quel tempo era di raggiungere il numero più alto possibile di famiglie colpite da morte intrauterina e di loro amici, cercando di comunicare il significato di questo tipo di dolore, ed incoraggiando amici e familiari ad essere il più possibile di supporto ai genitori colpiti.

1984 – Abbiamo invitato gruppi ed organizzazioni di tutti gli altri stati ad unirsi a noi in questa idea, espandendola all’intero mese di Ottobre. Molti gruppi organizzarono attività speciali negli Stati Uniti proprio in quel mese.

1985 – Non ci sembrava una buona idea che in ogni Stato venisse proclamato un proprio differente Mese della Consapevolezza, pertanto cominciammo a insistere per un Mese Nazionale riconosciuto. Lo slogan nazionale che portammo avanti era: “Quando la gravidanza fallisce, noi siamo qui, a noi importa.” Lavorammo duramente con i media, ottenendo un buon successo locale, regionale ed anche nazionale. Fui invitata a partecipare ad un talk show di informazione nazionale, The Donahue Show, promuovendo il nostro messaggio ed il mio libro “Empty Arms” (Braccia Vuote).

1986 – L’organizzazione RTS di La Crosse, Wisconsin (Rana Limbo e Sara Wheeler) sponsorizzò una Conferenza Nazionale sul Lutto Perinatale (la prima fu tenuta a Minneapolis, MN nel 1983). Nella fase di organizzazione lavorammo con il team RTS e venne fuori l’idea della prima “Camminata per Ricordare”. Inoltre, incoraggiammo gruppi di tutto il Paese a organizzare una Camminata nel mese di Ottobre. L’obbiettivo delle Camminate era ricordare tutti i bimbi speciali che erano morti e promuovere educazione, consapevolezza e supporto. Cominciammo anche a lavorare per un riconoscimento da parte del Presidente degli USA.

1987 – PILC condusse una massiccia campagna in favore di un Proclama Presidenziale e tenne un Evento di Consapevolezza Nazionale a Washington DC. Centinaia di persone marciarono dal Mall verso il Palazzo del Governo portando 500 trapunte da bebè da tutta la nazione e dal Canada. Fu tenuta una bellissima Commemorazione, organizzata da Connie Furrh con il suo gruppo dell’Oklahoma e tutte le trapuntine furono dispiegate sui gradini del Palazzo del Governo. Tristemente, nessun giornalista partecipò alla conferenza stampa, ma era stato piantato un seme che avrebbe portato grandi cose. Tutti i gruppi avevano lavorato infatti incessantemente in tutta la nazione con i legislatori locali per ottenere un Proclama Presidenziale.

1988 – Il Presidente Ronald Reagan emanò il tanto atteso Proclama il 25 Ottobre 1988 (link). La celebrazione sarebbe avvenuta soltanto l’anno seguente.

1989 – Le attività crebbero in tutta la nazione con la prima dichiarazione ufficiale che istituiva per Ottobre il Mese Nazionale della Gravidanza e della Consapevolezza della Perdita Infantile.

2006 – Robyn Bear cominciò a promuovere le Wave of Light (Onda di Luce) il 15 Ottobre dopo aver ricevuto la proclamazione ufficiale dell’evento. L’Onda di Luce è un concetto creativo con cui si chiede ad ognuno di accendere una candela alle ore 19.00 del 15 di Ottobre (secondo la propria fascia oraria), in modo che si possa realizzare “un’onda di luce” attorno al globo in onore di tutti i bimbi che sono morti.

Il 28 Settembre 2006, è stata approvata la House Resolution n 222 da parte della House of Representatives (il Parlamento americano) per supportare gli obbiettivi e gli ideali del “Pregnancy and Infant Loss Remembrance Day” (Giorno del Ricordo della Gravidanza e della Perdita Infantile).

2008 – Robyn Bear ha allargato la sua missione offrendo il suo sito web come collettore ufficiale di tutti gli eventi su Gravidanza e Perdita Infantile in Ottobre in tutto il mondo. Quando la gente vorrà sapere cosa succede nel suo Paese o in qualche altra nazione del mondo, avrà solo bisogno di andare sul sito www.pregnancyandinfantloss.org

Italia

di Claudia Ravaldi e Alfredo Vannacci

La prima celebrazione del Mese della Consapevolezza sulla Morte Infantile e durante la Gravidanza in Italia è avvenuta nel 2007. Infatti è stato soltanto in occasione del convegno annuale della International Stillbirth Alliance a Birmingham nell’Ottobre 2007 che Claudia Ravaldi e Alfredo Vannacci di CiaoLapo Onlus sono venuti a conoscenza di questa ricorrenza. Ispirandosi al Babyloss Awareness Day inglese, nei pochi giorni rimasti prima del 15 Ottobre, CiaoLapo ha cercato di informare i genitori e le altre realtà italiane coinvolte a vario titolo nel lutto perinatale, riguardo questa celebrazione.

In particolare, il 15 Ottobre 2007, nella città di Firenze si è tenuta la prima piccola celebrazione del Babyloss Awareness italiano.

Alle ore 18 del 15 Ottobre 2007 un ristretto gruppo di genitori si è incontrato a Piazzale Michelangelo a Firenze per liberare dei palloncini.

Alle ore 19, sia a Piazzale Michelangelo, sia nelle abitazioni di molti genitori di CiaoLapo e di altre associazioni, nonchè di loro amici e conoscenti è stata accesa una candela, partecipando all’Onda di Luce intorno al mondo.

Come associazione abbiamo ricevuto alcuni importanti feedback da parte dei genitori, i quali hanno riferito che la commemorazione dei loro bambini ha fatto in modo che potessero finalmente sentire la vicinanza emotiva dei loro parenti e dei loro amici.

Babyloss awareness 2007 - Firenze Italia palloncini

 

Gran Bretagna

di Sue Hale

Babyloss is a UK-based resource of information and support for bereaved parents and their families who have lost a baby at any stage of pregnancy, at birth, or due to neonatal death. The organisation was established in 2000, and is run by a small team of volunteer administrators and forum moderators.

Babyloss Awareness Week – how it all began
October 15th 2002 saw the first Awareness Day to be held in the UK by Babyloss.com. It was initiated to raise awareness of the emotional impact of pregnancy loss and infant loss, and, through the sale of blue and pink ribbon pins, to support major UK charities that are instrumental in supporting bereaved parents.

The event raised several thousand pounds from the sale of ribbon pins. Profits were split between the following five national organisations, in recognition of the tireless support that they give to bereaved parents and their families: ARC (Antenatal Results and Choices), the Babyloss fund, Ectopic Pregnancy Trust, Miscarriage Association and SANDS (Stillbirth and Neonatal Death Society).

The 2003 Awareness Week proved even more successful. The campaign was featured on national and regional television, with wide coverage in the press and on the major parenting websites. A central service of remembrance, held at the American Church in London, was an emotional highlight of the week.

We also joined the global Wave of Light on October 15th, linking up with bereaved families across the world to light a candle in memory of lost babies. Many other services of remembrance were held across the UK, giving bereaved parents and their families the opportunity of quiet reflection.

How can I get involved with Babyloss?
The babyloss website is run by volunteers, who give up their time to support other bereaved parents, organise fundraising and remembrance events, and update the website. If you would like to help, we would love to hear from you! Please get in touch by contacting Charlotte Forder, Director, at charlotte@babyloss.com or by writing to the address above.

 

Australia

Sands Queensland has celebrated Awareness Day since 2003.

The first year was commemorated by the release of doves, parents saying their babies’ names and the unveiling of a new wallhanging to be used as a memory creation tool for parents. Succeeding years have seen Awareness Day celebrations include the release of butterflies and balloons and the lighting of candles. A Sands group in Townsville has also conducted “A Walk to Remember – to take the steps that they couldn’t.” The memorial services are spiritual in nature and give parents an opportunity to gather with like-minded people to remember and reflect on their experiences.

More information on the website: www.sands.org.au

comments

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.